Società di Cultura e Storia Militare

Scaricate l'inno del San Marco!

Articoli e Pubblicazioni Narrativa Recensioni  Finalità   e Statuto Links Iscrizioni
E' ancora disponibile il numero 1 2015 anno XVI de "I Quaderni della SCSM" (oltre a centinaia di articoli e decine di racconti).
Contattateci: Presidente Gianpaolo Bernardini (gibiemme@alice.it); Segretario Piero Pastoretto (ssekpa@tin.it). Conto corrente postale n°71696090 intestato a Bernardini Gianpaolo.

Di nuovo: Angelo Nataloni, esamina ed illustra un servizio poco trattato, quello postale, che durante la Grande Guerra assunse presso i vari paesi, dimensioni colossali tanto da generare meraviglia in chi non si sia mai interessato del problema: C’È POSTA PER VOI: LA CORRISPONDENZA ITALIANA DURANTE LA GRANDE GUERRA. Presentato da Raffaele Polella presentiamo il libro Laurent Binet, HhhH. Il cervello di Himmler si chiama Heydrich, Torino, Einaudi, che racconta, in modo un po' romanzato, una storia vera accaduta a Praga durante la II Guerra Mondiale esemplificativa di molti altri casi simili tra i quali citiamo solo, tanto per rimanere in Italia, quello di Salvo d'Acquisto e l'attentato di Via Rasella in Recensioni 

Abbiamo trovato in un bel libro su Gorizia (Ranieri Mario Cossàr, Cara Vecchia Gorizia, Ed. Libreria Adamo – 1981) alcune foto di illustri militari della città che non hanno servito, ovviamente, l'Italia ma hanno tenuto fede al loro giuramento ad un impero millenario. La fedeltà ad un giuramento è, da sempre, una virtù militare per eccellenza e meritano bene di essere ricordati, italiani o austriaci che fossero, senza alcun odio, come l'esempio del duca d'Aosta può insegnarci. Tra queste foto quella in cui ci si scambiano le divise come atto cavalleresco ci testimonia un'usanza che non conoscevamo ma certamente indicativa di una tradizione degna di un'esercito che, all'epoca, era il più antico del mondo.

SOTTO: Il contrammiraglio Karl Brigida, goriziano, in posa con l'arciduca Carlo, futuro ed ultimo imperatore. Per amicizia e cortesia cavalleresca, fuori dalle specifiche norme, i due si sono scambiate le divise

Il conte Giovan Battista Coronini, (San Pietro di Gorizia 1794 – 1880) generale d'artiglieria, fu il precettore dell'imperatore Francesco Giuseppe dal 1836 al 1847.

Hermann von Spaun, comandante in seconda della Erzherzog a Lissa e capo della flotta dal 1897 al 1904 cercò di fare dell'Impero Asburgico una potenza navale almeno nel Mediterraneo. Emanuele Filiberto duca d'Aosta, il comandante della III Armata, partecipò ai solenni onori militari ai funerali celebrati a Gorizia nel 1919.

Ultimo aggiornamento 31 maggio 2016