Società  di Cultura e Storia Militare

Le Attività   Articoli e Pubblicazioni Narrativa  Recensioni  Finalità   e Statuto  Links Iscrizioni
E' disponibile il numero di maggio 2013 anno XIV de "I Quaderni" (oltre a centinaia di articoli e decine di racconti).
Contattateci: Presidente Gianpaolo Bernardini (gibiemme@alice.it); Segretario Piero Pastoretto (ssekpa@tin.it). Conto corrente postale n°71696090 intestato a Bernardini Gianpaolo.

Di recente troverete all'interno (qui in ordine alfabetico): Di Emilio Bonaiti dopo i due articoli sulla Francia tra le due guerre eccone uno (febbraio 2014) sull'Inghilterra: LA BATTAGLIA D'INGHILTERRA a commento del quale ricordiamo le parole di Winston Churcill: Mai, nel campo delle umane lotte, tanto fu dovuto da un così gran numero di uomini a così pochi. Riccardo De Rosa invia un articolo su di uno dei nostri migliori assi dell'aviazione: Franco Lucchini, un pluridecorato asso dell'aviazione italiana del quale, a differenza degli assi inglesi, tedeschi e americani, purtroppo ben poco si parla. RICORDO DI UN GRANDE ASSO: FRANCO LUCCHINI (1914-1943). Umberto Maria Milizia, presentato da Piero Pastoretto, pubblica un articolo nel quale sfrutta le proprie capacità professionali di critico e storico dell'arte per analizzzare le "Battaglie senza Storia" di Salvator Rosa, quelle battaglie che rappresentano scene di guerra senza riferirsi ad alcuna battaglia particolare Sempre a cura di Angelo Nataloni e Giovanni Vinci viene un articolo che completa il precedente ed arricchisce tutta la documentazione sugli alpini, un vero omaggio alla terra di Romagna: LA GRANDE GUERRA DEGLI ALPINI ROMAGNOLI, dopo PICCOLE STORIE DI UOMINI IN GUERRA STEFANINO CURTI: CAPITANO DEGLI ALPINI IMOLESE, MEDAGLIA D'ORO AL VALOR MILITARE. .Di Giuseppe Rufino pubblichiamo un secondo articolo sempre sulla guerra civile americana «Al diavolo le mine»! LA BATTAGLIA DI MOBILE BAY. Invitiamo i visitatori a visitare anche le altre sezioni.

Intanto ricordiamo:

L'Arma di Cavalleria è certamente la più antica e la più gloriosa per nobiltà e tradizione, senza voler nulla togliere alle altre. La prima immagine mostra nostri reparti in Russia (luglio 1942), la seconda in Eritrea (luglio 1940). Anche i reparti arruolati tra gli indigeni erano cavalleria italiana e come tali sempre si comportarono! Al termine della sua attività vogliamo cogliere l'occasione per manifestare il ringraziamento al socio Generale Vladimiro Alexitch per quanto ha fatto per l'Arma di Cavalleria in questi anni, con affetto non minore della stima che abbiamo di lui, gli amici della SCSM.

 

Possiamo affermare che gli articoli dei nostri collaboratori toccano tutti i principali argomenti di storia militare; invitiamo i visitatori a "frugare" tra le nostre pubblicazioni e la narrativa. Cogliamo anche l'occasione per invitare a leggere la pagina delle recensioni.

SEGNALATE SEMPRE I FILES DANNEGGIATI E LE DISFUNZIONI!

Ultimo aggiornamento 15 febbraio 2014.